venerdì 14 aprile 2017

Comunicato RSU FIOM Trieste

13 aprile 2017

Le RSU FIOM-CGIL dell’Insiel di Trieste rimangono attonite di fronte al feroce attacco delle delegazioni sindacali nei nostri confronti, non ne capiamo il motivo, ma consci del nostro Ruolo di Rappresentanza vogliamo informare i lavoratori e dare la nostra versione di quanto successo.
Ci accusano di strumentalizzare e avere oscuri fini e sinceramente non capiamo quali siano, qui sotto riportiamo a uso dei lavoratori una cronistoria di quanto è successo.
L'Assemblea Generale dei lavoratori del giorno 06 aprile 2017 ha dato mandato alle RSU di discutere con l’azienda sul sistema premiante e con tale mandato siamo andati al tavolo e l’azienda lo ha formalmente rigettato.
A tale atto dell’azienda la delegazione ha reagito diversamente in base alla propria sensibilità rispetto al Ruolo ricoperto. Noi della FIOM-CGIL di Trieste abbiamo espresso la necessità di tornare in Assemblea Generale e riportare il risultato della contrattazione, le altre sigle hanno espresso la volontà di rispondere con un comunicato e che stranamente a Trieste non è stato neppure esposto.
Per noi non era sufficiente!  Abbiamo chiesto con forza l’Assemblea perché pensavamo e pensiamo tuttora, in qualità di Rappresentanti, che di fronte ad un rifiuto dell’azienda ad accogliere le istanze dei lavoratori espresse in Assemblea bisogna tornare in Assemblea e decidere con i lavoratori cosa fare.
Abbiamo annunciato a tutti i Delegati, mail alla mano per chi le vuole vedere venga pure da noi, la volontà di fare l'Assemblea e abbiamo pregato le altre sigle di presentarsi e fare una discussione con i lavoratori, abbiamo chiesto di portare proposte per poi addivenire ad un mandato assembleare che rispetti la volontà dei lavoratori, ma a tale proposta ci è stato risposto con comunicati in cui si proponeva la tesi che il tavolo non era ancora chiuso e a sostegno di tale tesi si è fatto sparire il già citato comunicato.
Noi abbiamo deciso di continuare, decisione sofferta ma di principio e, a nostro avviso, doverosa per il ruolo di Rappresentanti e rispettosa dei lavoratori che hanno votato i mandati. Siamo andati in Assemblea consci di dover comunicare che la contrattazione era andata male e abbiamo affrontato l’ ulteriore delusione di non vedere la UILM al tavolo e solo un delegato FIM, che ringraziamo per il suo senso di responsabilità, presente; Delegato che ha parlato e ha proposto la sua visione e la sua proposta all'Assemblea che poi ha deliberato, sorprendendo anche noi nel vedere tanta determinazione, una linea di lotta rispetto a quanto proposto dalla FIM-CISL rappresentata da Pratticò.
Ora dicono che il mandato di quell'Assemblea composta da lavoratori è nullo, che l’Assemblea era composta da facinorosi della FIOM e basta. Noi abbiamo visto una decina di nostri iscritti, abbiamo visto gente della FIM, ha parlato gente della UILM, quindi queste illazioni malevole atte a screditare i lavoratori non le capiamo come non capiamo questa volontà a non voler sentire i lavoratori sui problemi dell’Azienda.
Comunque, consci del mandato di Rappresentanza vorremo fare una proposta, vorremo ridiscutere il mandato ricevuto in una nuova Assemblea Generale dove tutti intervengano, dove ci sia una larga discussione aperta tra lavoratori e Delegati e dove i lavoratori di Insiel decidano cosa si deve fare rispetto alla contrattazione in azienda.
Questa è la nostra proposta e speriamo venga accolta dalle altre sigle, perché prima che sindacalisti siamo lavoratori e Rappresentanti dei lavoratori di questa azienda e per questa azienda dobbiamo batterci.

Ermes e Salvatore

martedì 28 marzo 2017

BOZZA INTEGRATIVO 2017 - UNITARIA

28 marzo 2017

Salve a tutti,
pubblichiamo la bozza per il rinnovo dell'Accordo Integrativo Aziendale elaborata unitariamente dalle RSU Insiel.
Questa bozza rappresenta un lungo lavoro di recepimento dell'esigenze dei lavoratori.
Nelle prossime settimane ci saranno assemblee in ogni reparto in ogni sede per ascoltare pareri, proposte di modifiche.
Invitiamo tutti i lavoratori a leggere la bozza e a farci pervenire anche prima delle assemblee i propri pareri.
Saluti

DOWNLOAD


Rsu Fiom Insiel Trieste

mercoledì 14 dicembre 2016

Comunicato iscritti FIOM INSIEL di Trieste - Alla segreteria provinciale

14 dicembre 2016
 

L’assemblea degli iscritti della FIOM INSIEL di Trieste, riunitosi in data odierna, vuole esprimere e confermare il proprio sostegno all’attuale segreteria provinciale FIOM, la quale non potrebbe meglio rappresentare il pensiero e la volontà degli iscritti.
Pertanto auspichiamo che, a prescindere dall’esito del referendum sulla proposta di CCNL, continui a svolgere il suo prezioso ruolo di rappresentanza.


Assemblea degli iscritti della FIOM INSIEL di Trieste



Comunicato iscritti FIOM INSIEL di Trieste - Alle nostre RSU

14 dicembre 2016

L’assemblea degli iscritti della FIOM INSIEL di Trieste, riunitosi in data odierna, a prescindere dall’esito del referendum sulla proposta di CCNL e dalle conseguenti decisioni della segreteria provinciale, al fine di tutelare i lavoratori,

IMPEGNA

le proprie RSU a proseguire fino alla fine del mandato con il loro lavoro di rappresentanza interno all’azienda.

Assemblea degli iscritti della FIOM INSIEL di Trieste

mercoledì 9 novembre 2016

INTEGRATIVO 2017 - FIOM Insiel Trieste



ACCORDO INTEGRATIVO AZIENDALE

PROPOSTA PER IL RINNOVO 2017

DELLA FIOM INSIEL DI TRIESTE



DOWNLOAD
DOWNLOAD

martedì 27 settembre 2016

NO A CAMBIALI IN BIANCO


Trieste-Udine, 23 settembre 2016
 
Le RSU di Insiel riconoscono che l’intermediazione del Presidente Puksic ha rappresentato un passo in avanti sia sul piano delle relazioni industriali, sia su quello di una maggiore comprensione di quanto si prospetta per il futuro di Insiel e dei suoi lavoratori.
 
Gli incontri con i responsabili di divisione sui prodotti e i servizi core, così come gli incontri sulla formazione non hanno risolto i dubbi della delegazione sindacale. Anzi. Servizi e “competenze” in riuso, prodotti sviluppati al 100% in esterno, interi settori abbandonati a sé stessi e che ad oggi non si è nemmeno tentato di mettere in sicurezza.

L’annoso problema della Polizza Sanitaria versa in una situazione di stallo totale.
 
Ieri, a conclusione di ben quattro giorni di incontri serrati, il Presidente ci ha chiesto una firma incondizionata sull’accordo Fornero, senza che ci siano nemmeno prospettive certe sull’assunzione di nuovo personale (massimo 7) e senza che la Regione possa o voglia dare garanzie sulla concessione di una deroga al D.Lgs. Madia sul blocco delle assunzioni.

E’ un’apertura di credito che, in questa fase, le RSU non possono concedere, rimanendo critiche sul Piano Industriale, sui risultati della sua attuazione e sulla direzione verso cui Insiel sta andando.
 
Le RSU auspicano che il prossimo CdA, che si terrà il 27 settembre, permetta alla Direzione aziendale di impegnarsi con le RSU con dati e fatti concreti.

Le RSU Insiel di Trieste e Udine

martedì 20 settembre 2016

Comunicato degli iscritti FIOM di Trieste


 
20 settembre 2016 
 
Il comitato degli iscritti della FIOM di Trieste,
 
PREMESSO
 
un giudizio ancora negativo sul piano industriale presentato 2 anni fa, il quale non porta ad un rilancio del ruolo di Insiel all'interno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, ma ad un suo preoccupante impoverimento, con un abbassamento della qualità del lavoro e con seri rischi anche sul piano occupazionale,
 
IMPEGNA 
 
le proprie RSU ad ottenere le giuste garanzie da parte della direzione aziendale con le quali riaprire una negoziazione Aziendale che sia in grado di dare risposte chiare e concrete a tutela dei lavoratori e del loro futuro in Insiel.
 
 
Comitato degli iscritti della FIOM di Trieste